fbpx

Instagram lancia il filtro Hate Speech e la pubblicità nei Reels

Redazione Humans
Instagram-Hate-Filter

Le novità in casa Instagram sono all’ordine del giorno ed è recente la notizia secondo cui il social starebbe pensando a delle nuove modifiche per la piattaforma. In particolare, queste modifiche andranno ad interessare i messaggi in chat privata e i Reels, nuovo trend del momento nato sulla scia dei video postati su TikTok.

Continua a leggere l’articolo e scopri quali sono le novità che Instagram ha preparato per i suoi utenti.

 

Il filtro Hate speech contro i messaggi offensivi

Instagram è molto attento a tutelare la sicurezza e il benessere dei suoi iscritti sulla piattaforma e progetta sempre nuovi modi affinché il loro tempo di permanenza sul social sia un’esperienza gradevole. 

In precedenza ti avevamo parlato di come l’attenzione degli sviluppatori si era rivolta alla protezione delle fasce di utenti più giovani, per i quali era in progetto la creazione di una versione della piattaforma ad hoc dove avrebbero potuto interagire con amici e parenti in totale sicurezza. 

Oggi gli interventi di miglioramento si concentrano su un filtro per i DM, i messaggi privati della chat di Instagram. È infatti in elaborazione una funzione che nasconde stringhe di parole, stickers ed Emoji che gli utenti non vogliono ricevere nella loro chat privata, il cosiddetto filtro Hate Speech.

 

Come attivare il filtro Hate Speech

Il nuovo filtro contro i messaggi sgraditi potrà essere attivato a discrezione dell’utente accedendo ad un’apposita sezione delle Impostazioni denominata “Parole nascoste”. La funzione è molto simile a quella che anni fa era stata introdotta per nascondere i commenti degli utenti che presentavano messaggi di odio e discriminazione. 

I messaggi filtrati verranno posizionati in una cartella a parte, e potranno essere letti, eliminati o segnalati a piacimento dell’utente. 

Dalle dichiarazioni ufficiali di Instagram si legge “Comprendiamo l’impatto che i contenuti offensivi, che siano razzisti, sessisti, omofobi o qualsiasi altro tipo di abuso possono avere sulle persone.”

Nessuno dovrebbe provarlo su Instagram, ma combattere gli abusi è una sfida complessa e non c’è un solo passo risolutivo 

Un ulteriore passo in fase di elaborazione per evitare il contatto con utenti sgraditi sarà l’introduzione di una funzione che permetterà di bloccare non solo il singolo account di un iscritto, ma tutti gli account che potrebbe creare in futuro. Un grande passo affinché il mondo dei social network diventi un luogo di interazione positiva e costruttiva.

instagram news

I contenuti pubblicitari sbarcano sui Reels 

Altra novità in fase di sperimentazione che ha stupito il mondo degli utenti del social network è quella per cui Instagram ha introdotto inserzioni pubblicitarie nella sezione Reels.

Non è un caso che Instagram punti a creare delle inserzioni nella parte di contenuti della piattaforma che al momento sta riscuotendo un grandissimo successo. I Reels sono video in formato multi-clip della durata di 15 secondi, a cui possono essere aggiunti contenuti audio e testi. 

Il format dei Reels gode di grande popolarità tra gli iscritti perché emula lo stile dei video che vengono postati su TikTok. Ad ogni modo i nuovi contenuti pubblicitari avranno una durata massima di 30 secondi, e l’utente potrà decidere se interagirvi o scorrere oltre. Infine a questi contenuti potrà essere associato un link che rimanda all’acquisto di un prodotto. 

 

I nuovi Sticker Ads per gli influencer

Le inserzioni intervallate ai Reels non sono l’unica trovata che Instagram sta mettendo a punto in campo pubblicitario. Sembra infatti che stia preparando degli sticker per una fascia selezionata di influencer da inserire nelle Storie e che rimandano alla vendita di prodotti specifici.

 

Quando saranno disponibili le nuove funzioni?

Sia il filtro Hate Speech che la pubblicità nei Reels sono funzioni in fase di sperimentazione. La prima verrà introdotta nei prossimi giorni per delle fasce selezionate di utenti ed in seguito verrà estesa a tutti.

La seconda invece è già in uso in Brasile, India, Germania ed Australia ed approderà anch’essa nei prossimi mesi negli altri Paesi. 

Come funziona l’algoritmo dei Reels

Come funziona l’algoritmo dei Reels

Instagram prosegue la sua strada verso una maggiore trasparenza sul funzionamento della piattaforma. Lo scorso 8 giugno sul blog ufficiale del Social Network è stato pubblicato un post in cui Adam Mosseri spiega, a grandi linee, le logiche che si celano dietro alle...

Unisciti alla Community

Accedi anche tu al gruppo privato e inizia a scalare la tua professione.

×