fbpx

Torna indietro

Guida agli Instagram Reels: cosa sono e come funzionano

Instagram_Reels

Condividi:

19 min

Luigi Cazzola

Condividi su:

19 min

Luigi Cazzola

Instagram_Reels

La storia si ripete. Proprio come nel 2016, quando Instagram introdusse le Stories per riprodurre il format di un competitor in ascesa come Snapchat, anche questa volta Zuckerberg ha deciso di sviluppare una sezione della propria piattaforma dedicata ai Reels, espressione angolofona che letteralmente significa “bobine”, di cui già vi avevamo parlato il un articolo del nostro blog. Stiamo parlando di una piattaforma interna all’app per la creazione mini video della durata di 15 o 30 secondi, da poter personalizzate con effetti, musiche e altro ancora.

Ma non assomiglia a TikTok? Sì. è proprio così. Di fronte allo spopolare, specialmente tra i più giovani, dell’app cinese dedicata ai video divertenti, Instagram ha introdotto una funzione in grado di riprodurre lo stesso tipo di esperienza. Sebbene con qualche piccola differenza, che analizzeremo successivamente, l’idea di partenza è quella di replicare un format di un competitor che, di fatto, sta conquistando ampie quote di mercato, con lo scopo, verosimilmente, di farlo fuori, proprio come accaduto cinque anni fa.

Riuscirà Zuckerberg a farla franca ache questa volta? Solo il tempo ce lo dirà. Tuttavia, ciò di cui puoi esser sicuro, è che devi pensare a come introdurre i Reels nella tua strategia di comunicazione. Se non sai come farlo, ricordati che puoi sempre iscriverti al corso di Humans Agency dedicato alle “Strategie di successo per far crescere il tuo profilo Instagram”.

Intanto, mentre ci pensi su, vediamo insieme come funzionano e come puoi trarne vantaggio.

Come funzionano gli Instagram Reels

Il funzionamento di questa nuova modalità per la creazione di contenuti Instagram, è piuttosto intuitivo, come spesso accade per le novità introdotte nella piattaforma.

Una volta entrato nella schermata dell’app, cliccando nella consueta icona per la creazione di un nuovo post, apparirà in basso, tra le varie opzioni, la dicitura Reel. Ed ecco che, come se niente fosse, siete già entrati nella sezione dedicata a questo nuovo format.

 

 

Schermata-Reels

A questo punto, sulla sinistra, compariranno le varie features per personalizzare il tuo contenuto:

  • Durata: la prima icona consente di scegliere quale sarà la durata del Reel. Ci sono due opzioni: 15 o 30 secondi.
  • Musica o audio: qui potrai decidere se lasciare il suono originale del video, oppure se inserire una delle tante tracce presenti nella libreria di Instagram. Qualora il tuo profilo sia pubblico offrirai anche la possibilità agli utenti di riutilizzare la parte audio della tua creazione, grazie alla funzionalità “Usa audio”, disponibile per chiunque guarderà il tuo Instagram Reel.
  • Velocità: grazie a questa funzione ti sarà possibile lasciare il video alla sua velocità naturale, piuttosto che accelerarlo o, ancora, rallentarlo, anche solo per alcune parti.
  • Effetti e realtà aumentata: cliccando sull’icona degli effetti potrai applicare modifiche sostanziali al tuo video, inserendo uno dei tantissimi filtri dell’app, oppure approfittando di una delle tantissime opzioni fornite dagli sviluppatori, e anche dagli utenti stessi, legate alla cosiddetta “realtà aumentata”. In questo modo il tuo video sarà personalizzabile sotto diversi punti di vista. Con le giuste combinazioni non sarà difficile creare un contenuto unico e, soprattutto, originale!
  • Timer: una delle novità introdotta grazie ai Reel riguarda la possibilità di impostare un conto alla rovescia che faccia partire la registrazione dopo il tempo desiderato, come per il più classico degli autoscatti.

Una delle novità più utilizzate riguarda anche la funzione “Allinea”, con la quale potrai facilmente intrecciare soggetti ed immagini di due diversi video, per ottenere un prodotto degno di un videomaker professionista. Per fornire un esempio piuttosto diffuso, è con questa opzione che vengono creati i video in cui il soggetto della registrazione cambia i propri vestiti con uno schiocco di dita.

Creazione e condivisione di un Reel

Naturalmente tutte queste possibilità sono disponibili tanto per un video registrato sul momento, con il consueto pulsante “Registra” che trovi nella parte bassa della schermata, quanto per i file già presenti nella tua galleria. Una volta ottenuto il risultato desiderato potrai scegliere l’immagine di copertina, aggiungere didascalie, hashtag e tag. Se deciderai di condividerlo con i tuoi follower, significa che lo renderai disponibile nella sezione appositamente creata per i Reels, oltre che nella solita funzionalità dell’app “Esplora”. Naturalmente, una volta pubblicato, entrerà anche a far parte della pagina che si creerà automaticamente nel tuo profilo. In fase di pubblicazione potrai anche decidere se utilizzarlo, o meno, anche come Story.

Instagram-reels-come-funziona
In sostanza l’obiettivo dell’introduzione degli Instagram Reels è quello di dare la possibilità a chi non ha competenze nel montaggio video, di creare dei contenuti unici ed originali. Il tutto senza mai uscire dall’app. Grazie alla loro facilità di utilizzo e alla possibilità di utilizzarli con una buona dose di creatività, i Reels sono destinati a fare la fortuna di moltissimi profili Instagram. E tra questi potrebbe esserci anche il tuo!

Differenze tra Reels e TikTok

Le tempistiche con le quali i Reels sono stati introdotti su Instagram, permettono di far sorgere qualche sospetto sull’unicità dell’idea. Senza paura di essere smentiti, possiamo infatti affermare che si tratta a tutti gli effetti di una replica delle funzionalità di TikTok, creata appositamente per dare, soprattutto agli utenti più giovani, un’alternativa quanto più simile possibile alla piattaforma cinese.

Tuttavia qualche differenza c’è.

App vs. Feature

La prima differenza, piuttosto ovvia, riguarda il fatto che i Reels costiuiscono una sezione di una realtà più grande, qual’è Instagram, mentre TikTok è una vera e propria piattaforma a sè stante. Se infatti Instagram è un vero e proprio Social Network, che offre contenuti ai propri utenti solo dopo che si sono registrati ed hanno creato un profilo, l’app di origine cinese permette di visualizzare i propri contenuti anche senza una vera e propria iscrizione, rendendo quindi i video facilmente fruibili per chiunque.

Durata dei video

Quando la funzionalità dei Reels è stata lanciata, a fine estate del 2020, si potevano creare solamente contenuti di 15 secondi. Se si pensa che su TikTok si può invece arrivare fino a un minuto, la differenza era sostanziale. Ora che invece su Instagram è possibile anche scegliere l’opzione di 30 secondi, questa divergenza si è assottigliata, ma resta comunque fattuale.

Feed e funzionalità

Guardando alle modalità di consultazione dei Feed dei Reel e di TikTok, si nota subito come per i primi, sebbene sia possibile trovarne anche su “Esplora”, sia stata create una sezione apposita di Instagram, mentre su TikTok, trovandoti una piattaforma che si basa solo su contenuti di questo tipo, potrai trovare la sezione “Per te”, con video consigliati dall’algoritmo in base alle tue preferenze, e quella dei “Seguiti”, dove troverai esclusivamente i contenuti dei profili a cui sei già collegato.

Per quanto riguarda la schermata in cui si vanno a creare i contenuti la differenza è davvero minima, se non per una funzionalità ancora non presente sui Reels. La possibilità di fare dei duetti è stata infatti uno dei motivi dell’ascesa verticale di TikTok, e ancora su Instagram non ce n’è traccia.

Perchè iniziare ad utilizzare i Reels

La funzionalità dei Reels si sta indubbiamente guadagnando il suo spazio, all’interno del Social Network che, al momento, sembra avere una marcia in più rispetto agli altri, soprattutto in termini di utilizzo da parte dei giovani.

Considerando poi la polivalenza dello strumento in termini di tipologie di contenuti che si possono andare a creare, i Reels possono già oggi risultare più che utili anche dal punto di vista della comunicazione aziendale. Dai mini tutorial, passando per delle pillole video riferite ad un prodotto, fino a dei contenuti per comunicare la mission della propria azienda; i modi in cui si possono integrare queste creazioni all’interno della propria strategia comunicativa sono molteplici.

Se non ti abbiamo ancora convinto, senti questa. Secondo il fondatore di Ninjalitics Yari Brugnoni, l’algoritmo di Instagram sta favorendo la visione dei Reels, proprio in virtù del chiaro tentativo di Zuckerberg di battere la concorrenza di TikTok.

Quando pubblichiamo un post formato video su Instagram in genere riusciamo a raggiungere un numero di visualizzazioni di circa il 10% dei nostri follower. Ancora meno con video Igtv. Coi reel invece si riesce ad arrivare tra il 20 e il 30%.

Un altro motivo che dovrebbe spingerti ad iniziare a servirti dei Reels, riguarda lo spazio di mercato ancora disponibile. Riuscire ad emergere tra l’enorme varietà di voci e di contenuti presenti su Instagram per quanto riguarda i suoi format, per così dire, classici, può ovviamente generare delle difficoltà. Questa novità, seppure sia già largamente utilizzata, presenta, in proporzione, una minore quantità di contenuti. Creando dunque dei video originali, potrebbe essere più facile guadagnarsi la propria fetta di popolarità all’interno di questa nuova sezione.

Insomma, che gli Instagram Reels possano essere un’arma in più all’interno del tuo arsenale comunicativo, è qualcosa di certo.

Last but not least, un ultimo aspetto da considerare riguarda le infinite potenzialità dei contenuti video. Sebbene ci siano ormai tantissimi format che hanno evidenziato di essere più che utili all’interno di una buona strategia di marketing, quello dei video precede l’apparizione del concetto stesso di marketing e, con ogni probabilità, la loro popolarità è destinata a crescere all’infinito. Inoltre la soddisfazione che si prova nel crearne uno che possa essere emozionante, spiritoso o che semplicemente porti risultati economici tangibili, è davvero unica.

Però fa attenzione! Una volta che inizi, potresti non riuscire più a smettere.

Vuoi diventare un esperto di Instagram, dei social network del marketing digitale? Scopri il nostro Master Digital Marketing, disponibile in sede e online!

×