fbpx

Il blog sul Digital Marketing di Humans Academy

Torna indietro

I migliori tool (gratuiti e non) per fare SEO

SEO Tool migliori

Condividi:

8 min

Camilla Cannarsa

Condividi su:

8 min

Camilla Cannarsa

SEO Tool migliori

Di’ la verità, quando si parla di strumenti per fare SEO ti illumini e non vedi l’ora di provare l’ultimo.

Anch’io sono così. Ma negli anni ho capito che l’unico strumento davvero indispensabile è il cervello.

Gli strumenti supportano il lavoro ma non possono farlo a posto nostro quindi usa tutti quelli che vuoi ma non dimenticare di metterci la testa.

Andiamo a noi e agli strumenti.

Fino a pochi anni fa abbiamo avuto il boom degli strumenti gratuiti, se non lo ricordi vuol dire che sei molto giovane.

Vista però l’insostenbilità del gratis adesso sono praticamente tutti a pagamento. Anche quando leggi la parola GRATIS, il 99% delle volte è gratis solo una parte del tool.

 

4 Tool Gratuiti per fare SEO

Adesso  te ne elenco alcuni gratuiti che a mio parere sono indispensabili e che puoi iniziare a usare subito.

Con questi 4 avrai già un set completo e potrai iniziare da subito il tuo lavoro di SEO.

 

Google Keyword Planner

Keyword Planner di Google è uno strumento completamente gratuito che aiuta i professionisti del marketing a trovare parole chiave e idee di annunci per le campagne di advertising.

L’obiettivo principale di Keyword Planner è quello di aiutare gli utenti a trovare le parole chiave più pertinenti per i loro annunci.

L’utente può inserire una parola chiave o un gruppo di parole chiave e Keyword Planner fornirà un elenco di parole chiave correlate, con informazioni su volumi di ricerca, tendenze e altri dati.

Gli utenti possono anche utilizzare Keyword Planner per ottimizzare le loro campagne di marketing, confrontando le parole chiave e trovando quelle più adatte alle loro esigenze.

Per la SEO è un ottimo tool per buttare giù i dati relativi alle keyword da utilizzare nel proprio progetto.

 

Google Search Console

Google Search Console è uno strumento gratuito offerto da Google che consente agli utenti di monitorare e migliorare la visibilità dei loro siti web nei risultati di ricerca di Google.

Offre una serie di report e strumenti utili per aiutare gli utenti a comprendere meglio come Google visualizza e indicizza i loro siti web.

Ti conviene leggere la guida che tempo fa ho scritto su come usare Google Search Console se sei agli inizi.

 

Ahrefs Webmaster Tool

Ahrefs è a pagamento, ma offre gratuitamente la parte dedicata all’analisi del sito web.

È uno dei miei preferiti perché segnala subito eventuali errori ed è molto preciso anche con il posizionamento delle tue parole chiave.

 

Greenflare

Greenflare è un simulatore di crawling ovvero scansiona il tuo sito come se fosse Google e ti dà una panoramica di quello che vede e di tutti gli elementi assenti (title, metadescription ecc.).

Errori di codici di stato e di metadati non potranno più essere nascosti. Greenflare è in download e puoi scaricarlo su Greenflare.io

 

4 Tool a pagamento per fare SEO

Adesso invece voglio parlarti di quelli a pagamento.
Essendo tali, hanno più funzionalità integrate all’interno di un’unica dashboard e sono ottimi sia per monitorare le performance che per mostrare aǝ clientǝ come sta andando il posizionamento delle pagine.

Ti indico quello che personalmente uso di più.

 

SEOZoom

SEOZoom è un software di ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO, Search Engine Optimization) che aiuta i professionisti del marketing e gli sviluppatori a ottenere una visibilità più elevata per i loro siti web nei risultati dei motori di ricerca. Il software offre diverse funzionalità che possono essere utili per un consulente SEO, tra cui:

  • Analisi delle parole chiave: fornisce un’analisi delle parole chiave e delle frasi di ricerca utilizzate dai visitatori del sito, in modo da poter ottimizzare il contenuto del sito per le parole chiave giuste.
  • Analisi della concorrenza: mostra un’analisi della concorrenza, mostrando come i siti dei concorrenti si classificano per le parole chiave target e offrendo suggerimenti su come migliorare la propria posizione nei risultati dei motori di ricerca.
  • Monitoraggio delle prestazioni: ti dà anche una serie di strumenti per monitorare le prestazioni del sito, come il traffico del sito, il tasso di conversione e il tasso di rimbalzo. Queste informazioni possono essere utilizzate per apportare modifiche al sito e migliorare le prestazioni
  • Consigli e suggerimenti: in ultimo, dà consigli e suggerimenti per l’ottimizzazione del sito, in modo da poter prendere decisioni informate su come migliorare il posizionamento del sito nei risultati dei motori di ricerca.

 

Ubersuggest

A mio avviso Ubersuggest è perfetto per i SEO Copywriter perché è uno dei più economici (29 euro al mese) è molto efficiente per la scrittura ed è anche molto, molto semplice da usare.

Nel dettaglio ecco cosa può fare:

  • Analisi delle parole chiave: Ubersuggest è fortissimo in questo perché fornisce informazioni dettagliate sulle parole chiave e frasi di ricerca utilizzate dai visitatori del sito, in modo da poter ottimizzare i contenuti per le parole chiave giuste.
  • Analisi della concorrenza: Ubersuggest offre un’analisi della concorrenza, mostrando come i siti dei concorrenti si classificano per le parole chiave target e offrendo suggerimenti su come migliorare la propria posizione nei risultati dei motori di ricerca.
  • Idee per articoli: in questa funzione ti permette di capire cosa è già stato scritto in giro così da poter citare qualche risorsa, prendere spunto o differenziarti del tutto.

 

Screaming Frog

È il mio preferito.
Molto simile a Greenflare ma con tutta una serie di funzionalità in più e di filtri che ti permettono di fare un SEO audit veramente completo.

Screaming Frog è un crawler molto sofisticato e dubito che esistano SEO che non lo usano. Di Screaming hai sia la versione gratuita, che analizza fino a 500 url, che la versione a 185 euro all’anno, molto più accessibile di tanti altri.

Inoltre trovi online Screaming Frog Club, uno spazio curato dal SEO Raffaele Visintin, che ti permetterà di conoscere Screaming Frog più che bene.

Screaming Frog può essere utilizzato per diverse attività, tra cui:

  • Verificare la presenza di errori di reindirizzamento o di link rotti.
  • Analizzare la struttura del sito e identificare eventuali problemi di navigazione o di accessibilità.
  • Raccogliere dati sui metadati delle pagine, come il titolo e la descrizione, e verificare che siano ottimizzati per i motori di ricerca.
  • Verificare la presenza di contenuti duplicati o di pagine senza contenuto.
  • Analizzare la presenza di script o tag che potrebbero rallentare il caricamento delle pagine.

E tantissime altre cose.
Scaricalo subito, te lo consiglio vivamente.

 

Conclusioni

Ora che hai un po’ di tool a disposizione non ti resta che iniziare a lavorare su qualche sito.

Ti ricordo che qui alla Humans Academy organizziamo corsi di SEO copywriting e corsi per diventare SEO Specialist.

La docente sono io e ti aiuterò non solo a imparare a scrivere in ottica SEO ma anche a ottimizzare un intero sito, tuo o dei tuoi clienti.

Se invece vuoi affidarti a un professionista, chiedi una consulenza SEO Humans e scoprirai perché chi ci sceglie non ci molla più 🙂

 

×