Torna indietro

Strategia Social: come implementare una strategia di social media marketing efficace

Condividi:

35 min

Silvia Libutti

Condividi su:

35 min

Silvia Libutti

Il Social Media Manager è come uno scacchista che muove i suoi contenuti sulle piattaforme Social per ottenere la conversione, lo scacco matto. Per colpire il proprio target e convertire follower in clienti, è necessario realizzare un piano d’attacco strategico, grazie al tool più prezioso di tutti: il proprio cervello. Iniziamo la partita!
strategia social

Strategia Social Media Marketing: Cosa significa e perché è importante

Quando si parla di una strategia di Social Media Marketing, ci riferiamo alla pianificazione e alla gestione di tutte le attività di marketing sulle piattaforme social al fine di raggiungere degli obiettivi di business. Realizzare una strategia efficace è importante, non solo perché i social media sono diventati uno strumento fondamentale per la comunicazione e l’interazione con i clienti, ma soprattutto perché la maggior parte dei consumatori li utilizza per cercare informazioni sui prodotti e i servizi prima di effettuare un acquisto. Ma andiamo più a fondo.

Cos’è una strategia di social media marketing

Come ho detto sopra, una strategia di social media marketing è un piano dettagliato che mira a utilizzare i social media per raggiungere specifici obiettivi di marketing.  Ciò può includere l’aumento della consapevolezza del brand, l’acquisizione di nuovi clienti, l’incremento delle vendite o il miglioramento dell’engagement. Una strategia di social media marketing comprende l’identificazione del pubblico di riferimento, la scelta delle piattaforme di social media più adatte al brand e al target di riferimento, la definizione di obiettivi specifici, la pianificazione di contenuti e pubblicazioni, la gestione degli annunci pubblicitari, la misurazione dei risultati e la valutazione del ROI (ritorno sull’investimento).  La strategia dovrebbe essere sempre adattata e modificata sulla base dei risultati ottenuti e delle nuove tendenze nel mercato e sui social media. Ma perché è così importante?

Perché è importante avere una strategia di social media marketing

Una strategia di social media marketing è importante per massimizzare il valore degli investimenti sulle piattaforme social e per mantenere una forte presenza online, in grado di coinvolgere il pubblico di riferimento. Se realizzata correttamente, la strategia di marketing può portare grandi vantaggi competitivi perché aiuta a tenere sotto controllo gli obiettivi e individua il miglior percorso per raggiungerli e per far crescere il business. Infine, grazie alla strategia marketing, sarai in grado di tracciare degli itinerari percorribili nel tempo, perché avrai una base misurata su cui basare un confronto. Come avrai capito, quindi, prima di iniziare a creare contenuti o a pubblicare sui Social è importante preparare un piano strategico chiaro e ben definito. Per farlo sarà necessario munirsi di pazienza, tool adeguati e procedere a step. Partiamo!

 

Definire gli obiettivi della strategia

La definizione degli obiettivi è un passo fondamentale nella pianificazione di una strategia di marketing efficace.  Gli obiettivi aiutano a mantenere il focus sui risultati da raggiungere e a valutare l’efficacia delle azioni di marketing intraprese. Per definire gli obiettivi della strategia di marketing, è importante partire dalla definizione di una visione chiara del business e delle sue esigenze. Gli obiettivi dovrebbero essere allineati con la missione e la visione dell’azienda e contribuire a raggiungere il successo a lungo termine. Inoltre, dovrebbero essere specifici, misurabili, realistici e pertinenti.  Ad esempio, un obiettivo potrebbe essere aumentare le vendite del 10% nei prossimi sei mesi o generare 500 nuovi contatti qualificati al mese. È inoltre importante stabilire un calendario per la realizzazione degli obiettivi, definire le metriche di valutazione delle performance, tenere in considerazione i budget e le risorse disponibili, come ti racconterò a breve. Una volta impostati gli obiettivi, possiamo procedere con il prossimo punto della nostra strategia: l’analisi e l’individuazione della nostra audience sui Social.

 

Analizzare il proprio target di riferimento

Identificare chi sono i potenziali clienti o utenti a cui rivolgersi e definire quali siano i loro bisogni, desideri e comportamenti d’acquisto è il passo decisivo, che farà la differenza tra il successo e il fallimento della nostra strategia. Per fare questo, è possibile iniziare utilizzando una serie di tecniche di analisi di mercato, come l’analisi SWOT, l’analisi delle tendenze del settore, la ricerca di mercato, l’analisi della concorrenza e l’analisi del comportamento dei clienti. L’analisi SWOT (Strengths, Weaknesses, Opportunities, Threats) consente di valutare i punti di forza e di debolezza dell’azienda, le opportunità di mercato e le minacce che possono influire sul proprio target di riferimento.

analisi swot
L’analisi delle tendenze del settore consente di valutare le dinamiche del mercato, le nuove tecnologie e le nuove tendenze di consumo che possono influenzare il proprio target di riferimento. 

La ricerca di mercato consente di raccogliere informazioni dettagliate sui potenziali clienti o utenti, come le loro caratteristiche demografiche e i loro comportamenti.

L’analisi del comportamento, o listening della rete, ci permette di capire come si muovono i nostri potenziali clienti online, dove si trovano, cosa cercano e cosa pensano di servizi e prodotti specifici.

Per effettuare un buon listening puoi analizzare forum, come Quora, gruppi facebook, recensioni e i rumors sulle pagine dei tuoi competitor.

Non sai da che parte iniziare per effettuare un listening aziendale?

Prenota la tua consulenza con me

Una volta effettuate tutte queste indagini, potrai stupirti dei risultati ottenuti.

Proprio come un alfiere che si sposta sulla scacchiera in diagonale, l’analisi del target è la fase strategica che, più di tutte, potrebbe contribuire a introdurre nel tuo piano editoriale, degli elementi trasversali, a cui non avevi pensato.

Ad esempio: Stai vendendo Cotton Fioc e sei convintǝ che la sua funzione principale sia di pulire e igienizzare le orecchie. Studiando il tuo pubblico ti rendi conto che uno dei modi in cui il prodotto è utilizzato è per rimuovere residui di eyeliner e mascara. Ecco che la tua indagine ti ha aperto diversi scenari per promuovere diversamente il prodotto e intercettare una nuova nicchia che potrebbe acquistare il tuo prodotto.

Fatte le nostre ricerche per capire come posizionarci nel cuore dei clienti, dunque, possiamo finalmente dedicarci alla costruzione delle nostre Buyer Personas, gli idealtipi che ci permetteranno d’impostare la nostra comunicazione.

Ma come si costruiscono le Buyer Personas? Te lo spiega Assunta nell’articolo Buyer Personas: come identificare i tuoi clienti ideali per una strategia di marketing che si fa notare [Template pronto]

Potrebbe sembrare un passaggio intuitivo, invece, quando si scelgono i canali più adatti a dare visibilità a un brand è bene guardare le statistiche. La scelta del social network giusto dipende da diversi fattori, come il tipo di contenuti che vuoi condividere, il pubblico di riferimento, gli obiettivi che vuoi raggiungere e il target specifico di ogni social.
Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a scegliere il social network giusto:

1. Identifica il tuo pubblico: lo abbiamo detto, lo ribadiamo, questo passaggio rimane la chiave di volta di ogni strategia! In questa fase dovrai rispondere a domande come: dove posso trovare il mio pubblico? Ad esempio, se il tuo target sono i giovani, TikTok potrebbe essere il social più adatto per te, mentre se stai cercando di raggiungere un pubblico professionale, LinkedIn potrebbe essere una scelta migliore.

2. Valuta il tipo di contenuti che vuoi condividere: alcuni social network sono più adatti per la condivisione di immagini o video, mentre altri sono più focalizzati sulla scrittura di testi o sulla creazione di discussioni.  Ad esempio, se vuoi condividere foto e video, Instagram e YouTube potrebbero essere le opzioni migliori, mentre se vuoi scrivere, Twitter e Facebook potrebbero essere più adatti.

3. Considera gli obiettivi della tua attività: se vuoi aumentare la visibilità del tuo marchio o raggiungere nuovi clienti, Facebook e Instagram potrebbero essere le scelte migliori. Se invece vuoi sviluppare la tua rete professionale o cercare nuove opportunità di lavoro, LinkedIn è il social indicato.

4. Valuta i costi: i social network richiedono un budget pubblicitario per raggiungere il tuo pubblico di riferimento. Ad esempio, se stai cercando di raggiungere un pubblico molto ampio, potrebbe essere necessario investire in pubblicità su Facebook, Instagram o Twitter.

5. Studia le caratteristiche del Social: valuta le statistiche e impara a capire quali sono i numeri delle piattaforme che hai pensato di usare. Quali settori vanno di più su ogni Social? Che tipo di engagement puoi ottenere e quale target puoi raggiungere? Un ottimo modo per rimanere aggiornati sui dati ufficiali è leggere la Newsletter di Humans. 

 

Definire il budget

Prima di procedere alla realizzazione del piano editoriale, frutto della strategia finora elaborata, è necessario analizzare un’ultima componente: il budget.

Definire e distribuire correttamente le risorse finanziarie disponibili per realizzare le attività è fondamentale per qualsiasi piano di crescita. Per farlo, è possibile seguire i seguenti passaggi:

  1. Analisi delle risorse disponibili: È importante comprendere le risorse finanziarie disponibili, inclusi i fondi già stanziati e quelli a disposizione.
  2. Scelta delle attività di marketing: Identificare le attività di marketing che sono necessarie per raggiungere gli obiettivi prefissati e stimare i costi di ciascuna attività.
  3. Prioritizzazione delle attività di marketing: Le attività di marketing che hanno maggior impatto sull’obiettivo dovrebbero avere una priorità più alta rispetto alle altre. In questo modo si può assegnare una porzione maggiore del budget alle attività più importanti.

Per aiutarti nell’impresa, puoi realizzare un Gantt, una semplice tabella in excel, che ti aiuta a organizzare un piano di spesa relativo alle singole attività da svolgere.

Creare un piano editoriale

Eccoci al dunque, il piano editoriale è lo strumento che ti serve per completare il lavoro strategico che hai condotto finora.

Hai già individuato il tuo pubblico, i Social più giusti per la tua attività e hai prefissato degli obiettivi realistici, ora non ti resta che sviluppare una comunicazione creativa e adeguata alla tua strategia.

Ma come procedere?

1. Crea una lista di argomenti: crea una lista di argomenti pertinenti al tuo obiettivo e al tuo pubblico di riferimento. Assicurati che gli argomenti siano rilevanti, interessanti e utili per il tuo pubblico.

Per scegliere gli argomenti più adatti, avrai bisogno di condurre delle indagini sulle principali query che interessano le tue Buyer Personas.

Per farlo puoi utilizzare il motore di ricerca di Google, o sfruttare i dati ricavati dal listening che hai condotto in fase di analisi del pubblico. Infine, un tool facile da usare per analizzare i Topic Trend è Google trend.

2. Pianifica la frequenza di pubblicazione: decidi la tipologia di contenuto e con quanta frequenza vuoi pubblicarli e pianifica un calendario editoriale per assicurarti di rimanere costante.

Ricordati comunque di rimanere flessibile e lasciare spazio ad eventuali contenuti di real time marketing.

3. Pianifica le Campagne: per aumentare la visibilità dei tuoi contenuti è necessario realizzare campagne di Social ads adeguate all’obiettivo che ci siamo prefissati.

4. Misura i risultati: tieni traccia dei risultati del tuo piano editoriale, come l’engagement sui social media, il traffico del sito web o le vendite, per capire cosa funziona, analizzando le analitiche messe a disposizione dalle stesse piattaforme Social.

Gli strumenti per realizzare il calendario editoriale sono diversi e ogni Social Media Manager sceglie quello che preferisce:

  1. Excel: intramontabile, è fra i basic tool per il piano editoriale;
  2. Google Drive: permette di condividere il documento tra i collaboratori;
  3. Trello: viene usato per il lavoro individuale ma anche per quello condiviso

Strategia Social Media Marketing: Come implementare

Dopo tutto il lavoro che abbiamo fatto, tutto inizia a funzionare bene, ma i Marketer non si accontentano mai e anche la migliore strategia ha bisogno di essere potenziata e affinata. Per implementare una strategia di Social Media Marketing, occorre creare contenuti interessanti e monitorare costantemente le prestazioni delle campagne. Vediamolo più nel dettaglio.

Creare contenuti di qualità

Content is the King.  Si potrebbe dire che questa affermazione è il prezzemolo del Marketing ma, che ci piaccia o no, è proprio così. Per creare contenuti di qualità sui social, è importante:

  1. Focalizzarsi su contenuti di valore, che siano interessanti e pertinenti per il proprio pubblico di riferimento.
  2. Scegliere un tono di voce coerente con la propria brand identity e mantenere una coerenza stilistica.
  3. Utilizzare immagini e video di alta qualità che catturino l’attenzione degli utenti.
  4. Raccontare storie autentiche e coinvolgenti, mostrando la personalità del brand e creando un’esperienza coinvolgente per il pubblico.
  5. Utilizzare la giusta frequenza di pubblicazione e scegliere il momento giusto per pubblicare in base alle abitudini del pubblico. A tal proposito puoi leggere l’unico vero articolo di cui avrai bisogno per sapere quando pubblicare: Smetti di leggere articoli sull’orario migliore per pubblicare sui Social. Ecco il motivo.
  6. Monitorare le performance dei contenuti e fare test per capire cosa funziona meglio per il proprio pubblico.

Monitorare e gestire i profili social

Se sei arrivatǝ fino a qui, intanto ti faccio i complimenti :), e poi sono certa che non ti sarà passato inosservato la frequenza con cui ti esorto a monitorare i risultati e a trarre insegnamento dai dati.

Il monitoraggio è la torre di guardia della nostra scacchiera e ci permette di implementare al meglio la nostra strategia. 

Detto ciò, andiamo al dunque. Per monitorare e gestire i profili social, è importante seguire questi passaggi:

  1. Dopo aver definito gli obiettivi, devi identificare i KPI (Key Performance Indicators) che ti aiuteranno a misurare i risultati delle tue attività sui social media. Ad esempio, potresti monitorare il numero di follower, il tasso di engagement, il traffico sul sito web, le conversioni e il ROI.
monitoraggio strategia social

2. Utilizzare strumenti di monitoraggio per seguire le conversazioni relative al brand e alle campagne sui social, come Hootsuite.

3. Utilizzare gli strumenti di analisi delle performance sui social per valutare l’efficacia delle campagne e dei contenuti pubblicati, e apportare eventuali correzioni.

4. Mantenere un dialogo costante con il team di marketing e comunicazione per garantire la coerenza della strategia sui social con quella globale dell’azienda.

5. Utilizzare tool di programmazione come Business Suite e Social Champ.

6. Definire ruoli di gestione manageriale di community o rispondere a commenti, recensioni e DM. Adesso che siamo diventati delle spade nel monitoraggio e nella gestione dei Social, non ci resta che capire come valutare e ottimizzare i risultati.

Valutare i risultati e apportare modifiche

La nostra strategia sta portando i risultati sperati? Per valutare i risultati delle tue attività di marketing sui social media e ottimizzare le tue strategie di conseguenza, puoi seguire questi passaggi:

  1. Utilizza gli strumenti di analisi: Gli strumenti di analisi sui social media, come Google Analytics, Facebook Insights e Twitter Analytics, ti aiutano a monitorare i tuoi KPI e a valutare i risultati delle tue attività sui social media. Utilizza questi strumenti per ottenere dati sul tuo pubblico, sui tuoi contenuti e sulle tue campagne pubblicitarie.
dashboard per professionisti

2. Analizza i dati e identifica le opportunità di miglioramento: Analizza i dati raccolti dagli strumenti di analisi e identifica le opportunità di miglioramento. Ad esempio, se noti che il tasso di engagement sui tuoi post è basso, potresti provare a modificare la frequenza dei post, il tipo di contenuto o l’orario di pubblicazione.

3. Testa e ottimizza: Una volta identificate le opportunità di miglioramento, testa diverse strategie e valuta i risultati. Continua a testare e a ottimizzare le tue attività sui social media per migliorare continuamente le prestazioni e raggiungere i tuoi obiettivi. Approfondiamo l’importanza di questo ultimo passaggio.

Sperimentare e testare continuamente

La sperimentazione e il testing continuo sui social media ti aiutano a migliorare le prestazioni del tuo contenuto e delle tue campagne di marketing, a mantenere il passo con i cambiamenti delle piattaforme e ad identificare nuove opportunità. Ecco alcune ragioni per cui la sperimentazione e il testing continuo sono importanti sui social media:

  1. Ottimizzazione del contenuto: Sperimentare e testare diverse tipologie di contenuti sui social media ti aiuta a capire quali tipi di contenuti funzionano meglio con la tua audience. Questo può aiutarti a creare contenuti più rilevanti e interessanti per i tuoi follower, migliorando l’engagement e il coinvolgimento.
  2. Miglioramento delle prestazioni degli annunci: La sperimentazione e il testing continuo degli annunci sui social media ti permettono di identificare quali tipi di annunci funzionano meglio per raggiungere i tuoi obiettivi di marketing. Ciò può aiutarti a ottimizzare la spesa pubblicitaria, migliorare il ROAS e massimizzare l’efficacia delle tue campagne di marketing.
  3. Adattamento ai cambiamenti dell’algoritmo: I social media cambiano frequentemente gli algoritmi che determinano la visibilità del tuo contenuto. Sperimentare e testare continuamente ti aiuta a capire come questi cambiamenti influenzano la distribuzione del tuo contenuto e a adattare le tue strategie di conseguenza.
  4. Identificazione di nuove opportunità: La sperimentazione e il testing continuo ti aiutano a identificare nuove opportunità di marketing sui social media. Ad esempio, potresti scoprire che una nuova piattaforma o funzionalità offre nuove possibilità di engagement con la tua audience.

Interagire con gli utenti

Gli utenti che incontri sui social, sono i tuoi potenziali clienti. Non dimenticare che sei sui social per stabilire relazioni durature con il tuo pubblico. Interagire con gli utenti sui social, inoltre, è un’attività importante per creare e mantenere una presenza online forte e coinvolgente.  Ecco alcuni consigli su come interagire con gli utenti sui social:

  1. Rispondi ai commenti: Quando gli utenti commentano i tuoi post, è importante rispondere ai loro commenti per mostrare che apprezzi il loro interesse e coinvolgimento. Cerca di rispondere il più presto possibile e di fornire risposte dettagliate e utili. 
  2. Crea contenuti che incoraggiano l’interazione: Cerca di creare post che invitino gli utenti a commentare e condividere le loro opinioni e pensieri. Ad esempio, puoi porre domande, chiedere feedback sui tuoi prodotti o servizi, o incoraggiare gli utenti a condividere le proprie esperienze.
  3. Usa hashtag e tag: Usa gli hashtag pertinenti ai tuoi post e tagga altri account rilevanti. Ciò può aumentare la visibilità del tuo post e attirare l’attenzione di altri utenti che potrebbero essere interessati ai tuoi contenuti.
  4. Monitora la tua presenza online: Tieni d’occhio i commenti e le menzioni del tuo marchio sui social. Rispondi prontamente ai commenti e alle recensioni positive e cerca di risolvere i problemi o le preoccupazioni dei clienti. Una risposta sbagliata in questa fase strategica potrebbe provocare un “arrocco” nel tuo bersaglio e proprio quando ti sembra di essere vicin* alla meta potresti subire un brusco ribaltamento del risultato e perdere il cliente. Per evitare che questo accada segui i consigli che ti ho dato nell’articolo Come rispondere alle recensioni: la guida completa
  5. Sii autentico e umano: Cerca di essere autentico e umano nella tua interazione con gli utenti sui social. Rispondi in modo cordiale e amichevole, usa un tono informale e mostra un po’ della tua personalità.

 

Ora che hai imparato tutte le mosse per mettere in campo una strategia vincente, ricordati un’ultima cosa fondamentale. Ho lasciato questo punto alla fine, anche se è una costante quando si lavora ad una strategia Social: l’analisi dei competitor! Ogni volta che entri in campo, avrai dei Competitor che gareggiano con te per ottenere il tuo stesso risultato e raggiungere l’obiettivo prima di te. Ovviamente, confrontarsi con la concorrenza è stimolante e salutare ma non bisogna mai smettere di essere la Regina della scacchiera e ragionare con creatività e originalità.

“Lei ha mai conosciuto i campioni?” “Ho studiato le loro partite a tavolino” mi rispose. “Ho rifatto le loro mosse di apertura, ho spiato le combinazioni nel loro nascere”. “E non si può ripeterle?” gli chiesi. “Sì” mi rispose. “Ma è l’altro che non le ripete”. (Giuseppe Pontiggia)

Al prossimo articolo,

Silvia

Ricevi i contenuti più rilevanti sul marketing digitale direttamente nella tua posta.

You have Successfully Subscribed!