fbpx

Come funziona l’algoritmo dei Reels

Redazione Humans
Instagram-visibilita-dei-Reels

Instagram prosegue la sua strada verso una maggiore trasparenza sul funzionamento della piattaforma. Lo scorso 8 giugno sul blog ufficiale del Social Network è stato pubblicato un post in cui Adam Mosseri spiega, a grandi linee, le logiche che si celano dietro alle varie sezioni dell’app.

Come accade per qualsiasi servizio che si serve di un algoritmo, non sempre è infatti del tutto chiaro come si arrivi a visualizzare determinati contenuti. Una situazione che rischia di sfociare in un sentimento di sfiducia, come ammesso anche dallo stesso Mosseri.

“È difficile fidarsi di ciò che non si capisce. Vogliamo spiegare meglio come funziona Instagram”.

Sebbene nel testo disponibile nel blog di Instagram si affrontino diverse tematiche, in questo articolo vogliamo parlarti di un tipo di contenuto in particolare: i Reels.

Questo nuovo formato, dichiaratamente ispirato all’ascesa di TikTok, si sta diffondendo sempre di più all’interno della piattaforma. Per questo motivo diventa di fondamentale importanza capire come funziona l’algoritmo che sta dietro alla loro diffusione. 

 

I diversi algoritmi della piattaforma

Uno degli aspetti principali da tenere in considerazione quando si parla di Instagram è che al suo interno non esiste un solo algoritmo, ma una combinazione di essi. 

“Utilizziamo una varietà di algoritmi, classificatori e processi, ciascuno con il proprio scopo”, spiega Mosseri.

L’obiettivo della piattaforma è dunque quello di personalizzare al massimo l’esperienza di ogni utente, per valorizzare il tempo che ognuno passa navigando al suo interno.

Per ogni sezione, quindi il Feed, la parte Esplora, i Reels e le Storie, c’è una logica diversa che si adatta al diverso tipo di contenuto e, naturalmente, al diverso modo che gli utenti hanno di interagire con esso. 

 

Come funziona la sezione dei Reels

Fatte le doverose premesse è possibile addentrarsi nella questione Reels.

Come vengono classificati? Perché mi vengono mostrati determinati contenuti? E perché altri no? 

La prima cosa fondamentale da sottolineare è che i Reels sono pensati principalmente per intrattenere e far divertire. Ecco perché, per decidere ciò che vedi, vengono presi in considerazioni una serie di elementi che mirano ad assecondare i tuoi gusti e le tue preferenze. Più in particolare, i fattori che influiscono maggiormente sono:

  • La tua attività: se hai già interagito con dei Reels, il modo in cui lo hai fatto influenza ciò che vedrai in futuro. Più avrai usufruito di quel contenuto, in termini di durata di visualizzazione, commenti e quant’altro, più è probabile che contenuti simili potrebbero essere rilevanti per te.
  • La tua cronologia di interazione con l’account che ha pubblicato: come spesso accade con la sezione “Esplora”, anche in quella dedicata ai Reels spesso compaiono video di account non seguiti. Tuttavia, in alcuni casi, avrai interagito con profili che non rientrano tra i tuoi “Follow”. Questo segnale per Instagram significherà che potenzialmente potrai essere interessato ai contenuti pubblicati da quell’account.
  • Informazioni riguardo al Reel: quando un Reel viene pubblicato l’algoritmo ne analizza il suono, i frame e la popolarità per cercare di capirne il contenuto. Se questo sarà affine agli interessi da te mostrati nell’utilizzo di Instagram, allora è probabile che ti verrà mostrato. 
  • Informazioni sull’account che ha postato: la popolarità di un account è un fattore che Instagram tiene molto in considerazione, non solo per capire quanto possa essere autorevole un contenuto ma anche per dare ad ogni profilo, anche se piccolo, la possibilità di trovare la propria audience. 

Al contrario video a bassa risoluzione o sgranati difficilmente verranno premiati dall’algoritmo, così come contenuti di tipo politico. 

 

Conoscere l’algoritmo per individuare una strategia

Di fronte ad un meccanismo di questo tipo è evidente come sia difficile prevedere che tipo di reach organica avrà un Reel prima di postarlo. 

Ciò che è certo, però, è che Instagram sta puntando forte su questo nuovo formato. Iniziare ad inserirli all’interno della propria strategia può sicuramente portare vantaggi in termini di visibilità, soprattutto se si considera che iniziando sin da ora ad integrarli nel proprio piano editoriale sarà possibile capire quanto prima cosa funzioni meglio e cosa peggio per il proprio account. 

Le informazioni fornite da Mosseri sul funzionamento dell’algoritmo possono esserti sicuramente d’aiuto per capire che tipo di utenti puoi raggiungere con i tuoi contenuti. Tuttavia per poter individuare la strada migliore da percorrere è fondamentale, come spesso accade in ambito di Digital Marketing, testare e sperimentare, per poi poter analizzare i risultati e capire su cosa sia meglio spingere. Solo così potrai riuscire ad integrare i Reels nella tua strategia di Marketing e renderla ancora più vincente.

Unisciti alla Community

Accedi anche tu al gruppo privato e inizia a scalare la tua professione.

×