fbpx

Il blog sul Digital Marketing di Humans Academy

Torna indietro

Instagram: come funziona l’algoritmo dei Reel

Condividi:

22 min

Silvia Libutti

Condividi su:

22 min

Silvia Libutti

Tutti i social network mirano a rendere l’esperienza degli utenti più duratura e coinvolgente possibile.
Per fare ciò utilizzano complessi sistemi di algoritmi che selezionano i contenuti da presentarci ogni volta che siamo nel nostro account.

Questi algoritmi, infatti, prendono in considerazione una serie di elementi che mirano ad assecondare i gusti e le preferenze delle singole persone o di specifiche categorie di utenti, mostrando loro dei contenuti pertinenti e di qualità.

Ovviamente, il sistema non è senza rischi, basti pensare al fenomeno delle echo chamber(ambienti social formati da persone con idee affini, che si rafforzano sempre più in mancanza di confronto) o alle implicazioni legate alla privacy.

Tuttavia, il meccanismo garantisce anche un utile sistema di filtraggio per contenuti che potrebbero non interessare l’utente, di contenimento di notizie fake ed hate speech, nonché di premiazione di contenuti di valore.

Quando parliamo di algoritmi, quindi, aldilà delle ombre e delle luci del meccanismo, quello che dobbiamo sapere è che lavorare a loro favore, può davvero fare la differenza nelle performance dei nostri contenuti.

In questo articolo, invece, cercheremo di capire come funziona l’algoritmo dei Reel e come sfruttarlo per superare i competitor e salire in cima alle visualizzazioni della nostra audience.

I diversi algoritmi della piattaforma Instagram

Se sei iscritto al gruppo Humans di Facebook già saprai che, a svelare il funzionamento degli algoritmi di Instagram, ci ha pensato lo stesso Head della piattaforma: Adam Mosseri.

Se invece non sei ancora nella nostra Family, ti invito a farlo, per restare sempre aggiornatə sulle novità del Marketing.

 

Come accade per qualsiasi servizio che si serve di un algoritmo, non è sempre del tutto chiaro come si arrivi a visualizzare determinati contenuti.
Questa situazione, però, rischiava di sfociare in un sentimento di sfiducia verso Meta, come ammesso anche dallo stesso Mosseri.

“È difficile fidarsi di ciò che non si capisce. Vogliamo spiegare meglio come funziona Instagram”.

Secondo le dichiarazioni ufficiali sul funzionamento dell’app, disponibili nel blog di Instagram, l’algoritmo incoraggia l’interazione, premia commenti, condivisioni, salvataggi e mi piace.

Quindi, la parola chiave che dobbiamo tenere a mente per lavorare in sinergia con la piattaforma è engagement. I nostri contenuti devono intrattenere gli utenti, coinvolgerli e favorire gli scambi e le interazioni.

Inoltre, bisogna tenere presente che diversi formati di contenuti mirano al raggiungimento di obiettivi diversi, ed è per questo che esistono alcune strategie da mettere in campo quando vogliamo far schizzare in alto la copertura di un post nel feed, piuttosto che quella di un Reel.

In più, ogni parte dell’app, il Feed, la sezione Esplora, i Reels, ha un proprio algoritmo che varia in base a come le persone utilizzano quella sezione.

 

In questo articolo, come abbiamo detto, pur tenendo ben presente questo quadro generale, non entreremo nel merito del funzionamento dell’algoritmo di Instagram ma approfondiremo solo quello della sezione Reels.

Ci concentreremo proprio sui Reel perché l’algoritmo tende a dare ampia visibilità ai contenuti pubblicati con le sue funzionalità più recenti.

Come funziona la sezione dei Reel

Fatte le doverose premesse è il momento di andare al cuore della nostra questione:

 

Come vengono classificati i Reel? Perché ad ogni utente vengono mostrati determinati contenuti e non altri?

Come sappiamo, il formato Reels, dichiaratamente ispirato ai TikTok, si è diffuso a macchia d’olio all’interno della piattaforma. È fondamentale, per rendere efficace la nostra strategia comunicativa, capire come funziona l’algoritmo che sta dietro al loro successo.

Una cosa che amo dire, per scherzare e semplificare il discorso, è: ognuno ha la home che si merita!

Questo è vero per i post classici, ma anche per i Reel.

Infatti, tra i fattori che influiscono maggiormente sull’algoritmo dei Reel c’è proprio:

 

  • La tua attività: se hai già interagito con dei Reels, il modo in cui lo hai fatto influenzerà ciò che vedrai in futuro. Maggiore è il tempo che avrai dedicato al contenuto, in termini di durata della visualizzazione, reload, commenti e quant’altro, più la piattaforma riterrà probabile che tu sia interessatə a certi argomenti. Pertanto l’algoritmo tenderà a presentarti altri Reel sulla falsariga di quelli già fruiti.

 

  • La tua cronologia di interazione con l’account che ha pubblicato: come  accade con la sezione “Esplora”, anche in quella dedicata ai Reels compaiono video di account che non segui. In alcuni casi, avrai interagito con questi profili che non rientrano tra i tuoi “Follow”. Questo indicherà a Instagram che potenzialmente sei interessatə ai contenuti pubblicati da quell’account.

 

  • Informazioni riguardo al Reel: quando un Reel viene pubblicato l’algoritmo ne analizza il suono, i frame e la popolarità per cercare di capirne il contenuto. Se il Reel risulterà affine agli interessi da te mostrati nell’utilizzo di Instagram, allora è probabile che ti verrà mostrato.

 

Come hai potuto notare, molto di quello che ti viene mostrato dipende proprio da te, dalle tue scelte e dall’uso che solitamente fai della piattaforma.

L’algoritmo registra le tue abitudini di fruizione dei contenuti, cercando di fornire un’esperienza sempre più personalizzata e nuovo materiale di qualità e interesse per ogni utente.

 

Oltre a valutare parametri soggettivi, inerenti le preferenze di alcune nicchie di utenti, non bisogna dimenticare che l’algoritmo assegna dei punteggi di qualità e popolarità ai contenuti, che permettono di aumentare le visualizzazioni velocemente.

 

  • Informazioni sull’account che ha postato: la popolarità di un account è un fattore che Instagram tiene in considerazione, non solo per capire quanto possa essere autorevole un contenuto ma anche per dare ad ogni profilo, anche se piccolo, la possibilità di trovare la propria audience.
  • Utilizzo di elementi di tendenza: Instagram tiene conto dei trend del momento. L’algoritmo premia i video che usano soundtrack e hashtag in voga e che trattano argomenti popolari.
  • Qualità del video: Instagram premia la qualità. Al contrario, video a bassa risoluzione o sgranati difficilmente verranno premiati dall’algoritmo.

 

Instagram, infatti, consiglia ai brand e ai creatori di non pubblicare Reel:

 

  • Sfocati a causa della bassa risoluzione
  • Realizzati con altre app (che contengono loghi o filigrane)
  • Caricati con un bordo intorno
  • Con la maggior parte dell’immagine coperta dal testo
  • Che non rispettano le linee guida della community di Instagram

 

Inoltre Instagram premia i reel nativi, realizzati interamente sulla piattaforma.

 

Quindi, se non l’hai già fatto, perché non inizi subito a creare il tuo primo Reel?

 

Utilizza la guida completa su come creare Reels di successo su Instagram.

Ti svelo un segreto che ho appreso lavorando con Instagram: un parametro che spesso si tende a trascurare e a considerare ormai obsoleto ma che è ancora molto rilevante per l’algoritmo è la recency.

Instagram manda avanti i contenuti freschi e questo non è un elemento da trascurare nella tua strategia.

 

Impara come costruire una solida strategia social per far decollare la tua presenza sulla piattaforma e raggiungere nuovi livelli di successo!

Scopri il corso per Social Media Manager
con esercitazioni pratiche

Come lavorare a favore di algoritmo

Come abbiamo visto, Instagram dà la priorità ai Reel che pensa piaceranno alle persone, quelli con contenuti nuovi, divertenti e pertinenti.

 

Forse i robot non sono così diversi da noi, dopotutto?

 

Vediamo allora come ingraziarceli per fare in modo che i nostri Reel vengano premiati.

  • Crea contenuti di valore

Quando le persone fanno clic sulla scheda Reels, si aspettano contenuti divertenti, utili e interessanti. Quindi questo è ciò che l’algoritmo mira a fornire.

Secondo l’account @creators di Instagram, attualmente, Reels ha utenti che setacciano la tab in cerca dei video migliori.

Creare un Reel che possa essere considerato “il migliore” è un compito arduo,  difficilmente misurabile e non utile al tuo brand.

 

Quindi concentrati su obiettivi realistici e di tuo reale interesse: crea contenuti rivolti strettamente alla tua nicchia.

Questo è un esempio di post utile ai marketers o agli aspiranti marketers, dal nostro Feed.

    • Rendi i tuoi Reels visivamente accattivanti

    L’algoritmo favorisce i video con brio visivo. Scatta o gira in verticale ed evita foto e video a bassa risoluzione; se sei più creativo, prova gli effetti di Reels.

    I video realizzati con gli effetti e i filtri della fotocamera dell’app tendono a coinvolgere gli spettatori e ottenere una spinta algoritmica nel processo.

    • Evita i repost da TikTok

    Instagram Reels è nato come un duplicato di TikTok, ma alla piattaforma non piace ricordarlo: se stai ripubblicando video TikTok con filigrana come Reels, verrai affondato.

    Ok, ho esagerato!

    A parte gli scherzi, il contenuto che è visibilmente realizzato con altre app rende l’esperienza meno soddisfacente, spiega un post dell’azienda. “Quindi, stiamo rendendo questi contenuti meno rilevanti in luoghi come la scheda Reels”.

    • Usa soundtrack di tendenza

    Usa una clip audio di tendenza e l’algo-ritmo, 🙂 non ho resistito al gioco di parole, ti ricompenserà.

    • Usa gli hashtag giusti

    Gli hashtag sono una grande fonte di scoperta per i Creator, in particolare su Reels, quindi assicurati di inserirne almeno una manciata nella descrizione di ogni Reel.

    Utilizza hashtag accurati e descrittivi: se l’algoritmo è in grado di calcolare esattamente di cosa tratta il tuo Reel, potrà condividerlo più facilmente con le persone interessate a quel particolare argomento.

    Inoltre, a differenza degli annunci Instagram, gli hashtag sono gratuiti!

    Instagram Reels può includere fino a 30 hashtag, ma le Best Practice di Instagram suggeriscono che basta usarne da 3 a 5.

    Ma a prescindere dal preciso numero consigliato, fai le tue ricerche, esplora le  community di nicchia e usa hashtag che riflettono davvero l’argomento del tuo post.

    • Metti in evidenza le persone nei tuoi Reel

    Secondo le statistiche di Hootsuite, i Reel che ritraggono persone hanno un rendimento migliore.

    Come abbiamo detto, se agli utenti piace un video, piacerà anche all’algoritmo.

    Gli scatti e le illustrazioni di prodotti iper-stilizzati possono essere divertenti, ma alla fine, il pubblico di Instagram apprezza maggiormente le persone.

    • Segui le linee guida di Instagram

    Gioca secondo le regole di Instagram e del buon senso, per ottenere la massima portata.

    I contenuti che promuovono la violenza o la disinformazione non verranno raccomandati da Instagram.

    • Non focalizzarti solo sui Reel

    Storie, post, guide: più contenuti pubblichi e più è probabile che tu venga scopertǝ.

    Dopotutto, sappiamo che l’algoritmo di Instagram Reels tiene traccia della tua cronologia con gli altri utenti.

    Se qualcuno ha sbirciato un tuo contenuto qualsiasi, per l’algoritmo è il segnale per mostrare loro anche il tuo ultimo Reel.

    • Dai alle persone quello che vogliono

    Usa l’analisi per saperne di più sul tuo pubblico e offri contenuti pertinenti alle loro necessità.

    Instagram Insights consente agli account Business e Creator di accedere alle metriche sulle prestazioni come copertura, commenti e Mi piace. Sfrutta questi dati per capire su quali contenuti puntare.

    •  Posta al momento giusto

    Poiché l’algoritmo di Instagram Reels dà la priorità ai post recenti, è fondamentale postare nuovi contenuti quando il numero massimo di follower è online.

    Come abbiamo appreso in precedenza, ottenere un elevato coinvolgimento con i propri follower è il primo passo per ottenere un posto nella pagina Esplora.

     

    Ma qual è il momento migliore per pubblicare sui Social? Ecco un articolo in cui puoi comprendere bene questo aspetto “Smetti di leggere articoli sull’orario migliore per pubblicare sui Social. Ecco il motivo.”.

    • Coltiva una comunità attiva

    Vuoi che i tuoi tuoi Reel raggiungano la pagina Esplora? Inizia con il coinvolgimento della tua community, avviando conversazioni nei commenti e nei DM.

    • Scopri il Corso Instagram Revolution di Humans

    Come avrai capito, se vuoi vedere i tuoi Reel schizzare, è necessario pianificare una strategia, realizzare un video accattivante e inserirlo in un calendario editoriale che sappia coinvolgere il tuo pubblico.

    In questo articolo ho cercato di darti alcuni suggerimenti che potrai applicare subito per migliorare le prestazioni dei tuoi Reel. Ma se vuoi portare i tuoi social a livello PRO, scegli un percorso di formazione.

    Proprio per questo abbiamo ideato un corso unico nel suo genere che ti permetterà di utilizzare Instagram con profitto in poche lezioni.

    Instagram Revolution

    Strategie di successo per far crescere
    il tuo profilo Instagram

    Al prossimo articolo,
    Silvia

    ×